sabato 28 dicembre 2013

Pittura e Arte: Il Verismo italiano attraverso la scuola pittorica di Antonino Leto


Antonino Leto - "Barca di pescatori sullo sfondo di Castel dell'Ovo" 

Antonino Leto (Monreale, 14 giugno 1844 – Capri, 31 maggio 1913)  si forma a Napoli alla scuola del macchiaiolo Adriano Cecioni. Di salute malferma, si trova a Roma nel 1874 in seguito alla vincita del Concorso per il Pensionato Artistico di quella città dove stringe amicizia con Francesco Paolo Michetti. Trasferitosi a Firenze, sempre per ragioni di salute, approfondìsce la lezione dei macchiaioli prima di recarsi a Parigi dove frequenta Giuseppe De Nittis. Al termine dell'esperienza parigina nel 1880 soggiorna a Portici, e quindi in Sicilia. Due anni più tardi è a Capri dove si dedica a ritrarre con colori vibranti di luce gli angoli più caratteristici dell’isola e i suoi abitanti intenti alle loro occupazioni. Con questi quadri luminosi partecipa alle mostre nazionali e internazionali dove riscuote un grande successo di pubblico e di critica. Nel 1889 è presente all’Esposizione Universale di Parigi. Nel 1899 si stabilisce definitivamente a Capri dove muore il 31 maggio 1913. L’anno seguente viene organizzata a Venezia una sua mostra retrospettiva che si ripete nel 1924. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...